I pro e i contro di questo metodo sono la sua facilità. Dopo esserti assicurato quanto sia facile fare, a volte sorge la cattiva idea di “indulgere” nel fumo, “ricordando” vecchi sentimenti e se soccombi a questo, allora c’è un’alta probabilità di tornare gradualmente alla tua vecchia cattiva abitudine.

È stato così con me. Dopo circa 3 mesi senza sigarette, la compagnia ha festeggiato il suo compleanno e dopo la festa è andata a fumare / parlare. Tutti fumavano e io accendevo anche una sigaretta, in modo che per uno o due boccate “ricordate com’era prima”. Tutto ha funzionato davvero con questi due sbuffi di fumo di sigaretta, ma il giorno dopo è nata “l’idea di fumare un bel po ‘”. A poco a poco, da “una sigaretta, da cui nulla tornerà al precedente volume di fumo”, dopo 1-2-3 settimane tutto si trasformava in 2-3-4 … sigarette al giorno fino a quando non venivano restituiti i precedenti volumi di fumo.

Trasformiamo un aspetto negativo in un vantaggio: avendo un’esperienza negativa della facilità di perdere la libertà dal fumo, non c’era più voglia di ripetere questo ed è stato un duro promemoria per “non indulgere”. Smettere di fumare di nuovo si è rivelato più veloce, ma ci sono voluti anche del tempo, denaro, ecc.

C’è un’opinione secondo cui hai davvero smesso di fumare quando hai smesso di ricordare in quale data, mese e anno hai iniziato la vita senza fumare. La mia esperienza precedente di fumatore è di 24 anni (senza interruzione, 5-10-15 sigarette ogni giorno in diversi periodi di tempo). Ho smesso di fumare circa 7-8 anni fa.